banner news

L'Agenzia delle Entrate, con circolare pubblicata ieri in tema di "bonus mobili giovani coppie", ha anche inserito una novità per quanto riguarda il già conosciuto "bonus mobili e grandi elettrodomestici", legato ad alcuni degli interventi di recupero del patrimonio edilizio residenziale di cui all'art. 16-bis del D.P.R. 917/86.

Tale novità concerne il pagamento dei mobili/grandi elettrodomestici mediante bonifico (bancario o postale, anche on-line), in quanto non è più richiesto che trattasi dello specifico bonifico soggetto alla ritenuta d'acconto attuata dagli intermediari finanziari in fase di accredito (con causale: "art. 16-bis del TUIR").

Oltre alle carte di credito e di debito, il pagamento dei mobili e grandi elettrodomestici può, pertanto, regolarmente avvenire mediante ordinario bonifico, senza ritenuta d'acconto.

L'Agenzia precisa che, in base ai suoi ultimi chiarimenti è da ritenere superato quanto a suo tempo indicato nella C.M. n. 29/E/"=!£, par. 3.6.

Reputiamo che questa apertura abbia valenza anche per il pregresso.

(a cura di CNA Interpreta)

Riferimenti:

- Agenzia delle Entrate - Circolare n. 7/E del 31/03/2016, punto 2.4

- art. 16, c. 2, D.L. 63/2013 (norma istitutiva del "bonus mobili e grandi elettrodomestici")

- nostra monografia 36-50%, ed. Marzo 2016 (par. 15.2.4, dove i riferimenti al "bonifico completo" vanno aggiornati con le novità qui in commento). Seguirà aggiornamento monografia quando saranno presenti anche altre novità rilevanti.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.