banner news

E' stato pubblicato sulla G.U. n. 88 del 15 aprile scorso, il Decreto del MEF riguardante le modalità di richiesta di rimborso dell somme assoggettate a tassazione in anni precedenti, restituite al soggetto erogatore e non dedotte dal reddito complessivo.

La previsione dell'emanazione di questo decreto è prevista dalla lettera d-bis dell'art. 10 del tuir, fin dalla sua introduzione.

Il decreto conferma che le predette somme, se non dedotte, in tutto o in parte, nel periodo di restituzione, sono deducibili negli anni successivi fino a capienza dei relativi redditi.

Ferma restando la necessità di indicare le somme restituite fra gli oneri deducibili dell'anno in cui è avvenuta la restituzione, nel caso in cui non sia stato possibile fruire della deduzione in tutto o in parte, il decreto prevede, in alternativa alla deduzione negli anni successivi, la possibilità di chiedere il rimborso delle imposte corrispondenti.

L'importo del rimborso è determinato applicando alle somme non dedotte l'aliquota Irpef corrispondente al primo scaglione di reddito, attualmente al 23%.

L'istanza di rimborso deve essere presentata in carta libera, agli Uffici territoriali dell'Agenzia delle Entrate, entro due anni dalla data di scadenza del termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta nel quale sono state restituite le somme.

Per i contribuenti non obbligati alla presentazione della DR, il termine di due anni decorre dalla stessa data sopra indicata, anche se, naturalmente, l'importo restituito non è stato prioritariamente dedotto.

Per coloro che hanno restituito somme negli anni 2013 e 2014, e non hanno potuto fruire della deduzione, possono presentare l'istanza di rimborso entro due anni dal 16 aprile 2016.

(a cura di CNA Interpreta)

Riferimenti:

Decreto Mef 5 aprile 2016

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.